HOME  >  PRODOTTI >  CALDAIE - A GAS A CONDENSAZIONE
Le caldaie a condensazione rappresentano lo stato dell’arte in termini di efficienza energetica nel campo dei generatori di calore a combustibile.
Una caldaia a condensazione riesce ad avere rendimenti superiori rispetto ad una caldaia tradizionale e quindi consumare minori quantità di combustibile a parità di calore fornito all’utente. In teoria le moderne caldaie a condensazione riescono a recuperare energia in due modi:
  1. abbassando la temperatura di uscita dei fumi (calore sensibile)
  2. facendo condensare il vapore acqueo presente nei fumi stessi (calore latente). Per consentire la condensazione del vapore acqueo contenuto nei fumi, questi devono essere raffreddati dall’acqua dell’impianto di ritorno sotto un valore di temperatura detto "punto di rugiada".
Il principio è semplice: l’acqua da riscaldare (quella di ritorno dall’impianto di riscaldamento) scorre all’interno di un tubo corrugato bimetallico (interno rame, esterno inox) avvolto a spirale all’interno di un fasciame inox, dal basso verso l’alto; dall’alto il bruciatore a microfiamma genera la combustione e manda calore e fumi a lambire la superficie esterna del tubo corrugato in controcorrente rispetto all’acqua. L’acqua uscirà dallo scambiatore riscaldata dai fumi ed i fumi usciranno raffreddati dall’acqua; nella parte bassa si raccoglierà la condensa.
Tutto il processo è controllato da una sofisticata elettronica di bordo che garantisce il controllo dell’aria comburente (ventilatore modulante), del gas combustibile (valvola gas modulante) e della potenza dell’acqua (circolatore modulante).
Le caldaie a condensazione non sono tutte uguali ed alcune, come quelle proposte da Trecca Gas ed in particolare le "Fontecal", lavorano più facilmente in condizioni di condensazione e quindi ad alti rendimenti.



CARATTERISTICHE TECNICHE UTENZA DOMESTICA
CARATTERISTICHE TECNICHE UTENZA COMMERCIALE
 
VISUALIZZA / SCARICA DEPLIANT
CALDAIE A GAS A CONDENSAZIONE (4,5 Mb. ca)