1.1 Revisione caldaia | Treccagas

Il libretto della caldaia

Il libretto della caldaia è in pratica la carta di identità dell'impianto di riscaldamento. E' quel documento che concentra in se tutti i dati utili da conoscere; quelli relativi all'utilizzatore, all'installatore ed al manutentore. Oggi, e da Giugno 2014, il Libretto caldaia è stato tramutato in Libretto Unico di Impianto ed include anche tutti i riferimento dell'impianto di condizionamento.


Cosè il Libretto Caldaia (Ora Libretto Unico Impianto)? E' un documento molto importante, che viene richiesto ogni qualvolta l'impianto viene sottoposto a della manutenzione. E' divenuto obbligatorio per legge dal 2003, racchiude tutte le informazioni sulla tipologia, caratteristiche e potenza di caldaie e impianto termico e dal Giugno 2014, per effetto del DM 1022014, è divenuto Libretto Unico di Impianto per raccogliere anche informazioni specifiche circa l'eventuale sistema di condizionamento presente in casa (dal singolo Split all'impianto centalizzato).


Le norme dettano le regole di Gestione e Aggiornamento
La norme su citate, appositamente create, richiedono che il Libretto Caldaia (Unico) venga redatto e compilato in prima istanza all'atto della installazione della caldaia o del condizionatore nella locazione presa in considerazione al momento della sostituzione di generatori di calore. Il libretto della caldaia deve, quindi, essere richiesto direttamente dal cliente all'installatore che ha l'obbligo di redigerlo con tutti i dati specifici circa le caratteristiche della caldaia e dei sistemi presenti per il comfort climatico dell'immobile.


Libretto Caldaia e Dichiarazione di Conformità
Si tratta di un documento strettamente correlato alla Dichiarazione di conformità dell'impianto che deve essere redatta prima della messa in funzione dell'impianto dell'immobile. Questo perché tale dichiarazione deve possedere anche la copia identificativa dell'impianto contenuta solitamente nel libretto, in modo tale da favorire eventuali controlli dagli enti preposti.

Obiettivo del Nuovo Libretto Unico di Impianto L'impianto Termico

Non vi è bisogno di preoccuparsi per le caldaie precedentemente installate, lo ripetiamo: il libretto viene solitamente creato dal responsabile della manutenzione all'atto del suo primo intervento. Esso deve poi essere conservato presso l'edificio al quale la caldaia fa riferimento.


Obiettivo del Nuovo Libretto Unico di Impianto L'impianto Termico, di cui il nuovo Libretto terrà i dati sia per quel concerne il riscaldamento (Caldaia) che il raffrescamento (Condizionatore) deve risultare ineccepibile dal punto di vista della sicurezza ed equilibrato dal punto di vista del risparmio energetico. Fine ultime del libretto della caldaia e del condizionatore è anche quello di consentire a chiunque debba gestire professionalmente l'impianto di conoscerne la vita ed i problemi, quindi di elaborarne l'Attestazione di Prestazione Energetica finale.


Redazione e Rilascio del Libretto Caldaia Siamo centro abilitato ad operare nel pieno rispetto della Norme, redigiamo e rilasciamo il nuovo libretto caldaia Unico per l'impianto termico. Le nostre squadre, esperte netta manutenzione e nella riparazione della caldaia si occuperanno di tutto in completa autonomia: voi non dovrete fare altro che conservare con cura il suddetto libretto e renderlo disponibile nel momento in cui vi si chiederà di farlo.

Revisione caldaia

La caldaia è un apparecchio tanto utile quanto potenzialmente pericoloso. Si basa infatti sulla combustione di gas e se non correttamente controllata potrebbe causare esplosioni e danni alle persone. Ecco perché la legge stabilisce precise scadenze per la revisione della caldaia. Inoltre i gas di scarico prodotti dalla combustione hanno un alto potere inquinante, per limitare i danni necessario procedere con un'analisi periodica dei fumi di scarico.

Revisione periodica della caldaia La prima legge italiana sulla revisione della caldaia è il DLgs 192/2005 che stabilì la necessità dei controlli periodici, inizialmente ogni 4 anni come limite massimo. Poiché le indicazioni non erano abbastanza precise e facilmente male interpretabili nel 2006 è stato introdotto il DLgs 311/2006.
Attraverso questo decreto lo Stato ha stabilito che i produttori di caldaie sui libretti d'impianto devono indicare ogni quanto tempo è necessario effettuare la revisione, generalmente viene stabilito che venga fatta ogni anno. Ciò sta a significare che ogni anno, solitamente prima dei mesi freddi, un tecnico revisioni la caldaia e controlli che funzioni regolarmente, procedendo anche con la sua pulizia. Fatto ciò certificato l'avvenuto controllo e rilascia una certificazione al proprietario, da esibire all'occorrenza.

Chiama ora 0121 39 63 16

Eseguiamo interventi di Assistenza Caldaie con una squadra di professionisti a vostra disposizione.